Ferrara Buskers Festival, 17enne a casa per Covid, buskers suonano a domicilio

Andrea, 17 anni, aspettava da un anno l’edizione 2020 del Ferrara Buskers Festival per poter riascoltare uno dei suoi gruppi preferiti, i Tribubu, ma si è ammalato di Covid e per lui è scattata la quarantena in casa.
Così ieri il gruppo spagnolo-ivoriano ha deciso di fargli una sorpresa: i musicisti sono andati sotto le finestre della sua abitazione, gli hanno suonato un breve concerto e gli hanno lasciato un cd sotto la finestra.
Per ringraziarli i genitori di Andrea hanno indirizzato una lettera a Stefano e Rebecca Bottoni, organizzatori del festival, e ai Tribubu: “I buskers – scrivono – ci hanno sempre riservato emozioni (da fidanzati, da sposati, coi figli piccoli, coi figli grandi, ognuno per conto suo, con amici, di giorno, di notte…
Sono immortalati sulle pareti di casa… e hanno spinto tutti i nostri figli a suonare e/o ad amare la musica)… e oggi anche questa!”.
“Andrea – aggiungono – aspettava da un anno di poterli incontrare nuovamente (si sono sempre sentiti) e aveva programmato la settimana per poterla condividere pienamente con loro, invece il Covid l’ha incastrato in questa assurda situazione. Per lui e per noi è stato un gesto delizioso, di allegria e gioia, totalmente gratuito e disinteressato. Grazie buskers, grazie Tribubu”. (ANSA).