Morandi festeggia i 70 anni con l’album scelto da Facebook

Gianni Morandi compie 70 anni e chiede al popolo di Facebook la scelta dei brani da inserire in un doppio cd con 36 canzoni, delle 600 incise durante tutta la sua carriera, che meglio rappresentano i suoi 52 anni di percorso artistico. ‘Autoscatto 7.0‘ è il titolo dell’album che ha presentato a fine novembre in un locale milanese, tra musica, aneddoti e ricordi. Un album che non vuole essere però un punto di arrivo ma, semmai, di riflessione per il cantante di Monghidoro.

Ho pensato di fare una sorta di istantanea della mia storia musicale” -spiega Morandi ad Adnkronos- che si è detto fortunato e pienamente soddisfatto di quanto realizzato anche se “ho avuto anch’io i miei momenti bui“.  Erano gli inizi degli anni ’70 “il panorama musicale stava cambiando radicalmente -ricorda- e durante un concerto dei Led Zeppelin al Vigorelli di Milano avevo capito che io non ne potevo far più parte”.

“Ero passato dalla luce al buio -prosegue Morandi- e anche adesso ho la sensazione che tutto possa cambiare in un attimo. Finchè viene gente ad ascoltarmi va benissimo -prosegue- ma vorrei capire 20 minuti prima il momento di abbandonare. Dopo 52 anni di carriera è logico che uno si domandi se sia il momento di andare avanti o smettere“.

Una domanda alla quale Morandi risponde però subito, imbracciando la chitarra e, con la stessa carica di sempre, iniziando con un mini repertorio, in tutto una decina di brani, da ‘C’era un ragazzo che come me amava i Beatles e i Rolling Stones’ e ‘Uno su mille’, canzone simbolo della speranza “sempre attuale, nonostante i suoi 30 anni, anche in momenti difficili come questi. Se sei a terra non strisciare mai -aggiunge Morandi citando un brano della canzone- se ti diranno sei finito non ci credere devi contare solo su di te”.

“Un momento così -sottolinea il cantante ad Adnkronos- facendosi improvvisamente serio- non se lo aspettava nessuno. Non c’è speranza, non c’è luce a cui ispirarsi e sento sempre ripetere che non c’è futuro. Io però voglio credere che i giovani ce la faranno“. Una delusione, quella di Morandi, che comprende anche la politica, che l’ha spinto a non andare a votare domenica scorsa per le regionali nella sua Emilia Romagna: “non ho mai mancato ad una elezione -tiene a sottolineare- ma domenica non sono andato, non ce l’ho fatta. Forse davo per scontato il risultato” o forse, come confessa subito dopo “perchè deluso dall’attuale classe politica”.

Poi, per non abbandonarsi alla delusione Morandi torna a cantare e intona ‘Un mondo d’amore’ “quello che mi auguro non manchi mai”, iniziando a raccontare tutta una serie di aneddoti divertenti che lo hanno visto protagonista con Mogol. “A lui devo il mio ritorno alla musica nell’81. Chiusa la sua esperienza con Battisti, un giorno mi viene a trovare -racconta- ma non per parlare di musica ma solo ed esclusivamente di calcio. Voleva facessi parte della sua Nazionale Cantanti. Da lì è poi nata la nostra collaborazione musicale”

Non solo Mogol ma anche Lucio Dalla e Ennio Morricone, che ha arrangiato 60 canzoni (da ‘Andavo a cento all’ora’ e ‘In ginocchio da te’, nei ricordi di Morandi che ama definirsi “una persona normale che si diverte ancora tanto a fare questo lavoro che poi un lavoro non è. Mi piace stare in mezzo alla gente e alla musica” e questo è forse anche il successo che riscuote su Facebook con oltre un milione di ‘mi piace’ e migliaia di condivisioni ogni volta che ‘posta’, come ieri in occasione della giornata contro la violenza sulle donne.

E su Facebook Morandi ha chiesto ai suoi fan di segnalare le venti canzoni preferite, da inserire poi nell’album . Al primo posto figura ‘Uno su mille’, seguito da ‘In ginocchio da te’ e ‘C’era un ragazzo che come me amava i Beatles e i Rolling Stones’.

Tutte queste venti canzoni sono state inserite nell’album arricchito poi da una scelta personale dello stesso Morandi che comprende un inedito, ‘Io ci sono‘, un duetto con Amii Stewart, ‘Grazie perchè’ e un altro con Alessandra Amoruso, ‘Credo nell’amore’ e due canzoni scritte apposta per lui di Cesare Cremonini: ‘Lascia il sole’ ‘Amor mio’. Il tutto impreziosito da ‘Vita‘ cantata con Lucio Dalla.

Ieri alla vigilia dei 70 anni, il cantante ha postato, sempre su Facebook, un video che lo ritrae durante il suo allenamento quotidiano di jogging in cui ironizza: “Questi sono gli ultimi chilometri 6.9. Da domani si cambia cifra” (Fonte: adnkronos).