Vasco manda a stendere i politici che gli rubano le canzoni

“C’e’ chi dice no lo dico io: i politici devono mettere giu’ le mani dalle mie canzoni ! Che imparino a usare parole originali loro e a non strumentalizzare la musica !! ..c’è chi usa le mie canzoni per le sue campagne politiche e di opinione .. voglio sia chiaro che io non autorizzo nessuno a farlo e per quello che mi è possibile cerco di impedirlo..! tanto meno si può pensare che io sia d‘accordo con le opinioni di chi usa le mia musica per chiarire le sue idee confuse !!”

Decisamente Vasco la tocca piano. Secondo il quotidiano La Repubblica, la reprimenda della star di Zocca è legata all’uscita del senatore Paragone, che ha usato le parole della sua “C’è chi dice no” in merito alle consultazioni sul Governo.