Ciao MIKE BIRD, la tragica scomparsa di Michele Merlo

E’ di pochi giorni fa la tragica notizia relativa alla prematura scomparsa di Michele Merlo, cantautore di soli 28 anni, conosciuto col nome d’arte di Mike Bird.

Una leucemia fulminante si è portata via gli occhi profondi di un artista che da poco aveva coronato il proprio sogno.

Michele, nato a Marostica (Vicenza) era stato ricoverarato e dimesso dal pronto soccorso di Vergato  e deceduto domenica notte all’ospedale Maggiore di Bologna, si era fatto conoscere all’interno del talent-show “Amici”, capitanato da una Coach d’eccezione : Emma Marrone.

Quest’ultima gli ha dedicato un brano durante il concerto del 6 giugno presso l’Arena di Verona e ora lo ricorda con tenerezza e la rabbia di aver perso una persona speciale il cui ricordo non svanirà facilmente.

Michele scriveva in inglese perché per sua stessa dichiarazione “riusciva ad esprimersi meglio” in quella lingua che lo portò -dopo il conseguimento della maturità- a spostarsi a Londra, facendo tanti lavoretti tra cui il magazziniere.

Un ragazzo volenteroso, capace di superare gli ostacoli e di realizzare nel 2020 il sogno di incidere il suo album dal titolo “Cuori stupidi”.

Avevo un cuore intelligente Michele, che sapeva fare ironia con video su Tiktok e reinventarsi in vari ruoli : un ragazzo moderno, un artista dalle mille idee, uno di noi che grazie a buona volontà e talento era riuscito a imporsi nel difficile mondo della musica.

Mike Bird, come il nome d’arte da lui scelto, ci fa capire quanto la sua anima fosse libera e piena di vita, capace di librarsi oltre la dimensione terrena.

Sperando che il nostro affetto arrivi fino in cielo, ascolteremo le canzoni che ci ha lasciato, patrimonio prezioso.

Vola alto Mike, il tuo passaggio su questa terra è stato breve ma più intenso che mai.

Dafne D’Angelo