Gianni Morandi dimesso, torna a casa

E’ stato un percorso duro e doloroso e la faccenda sarà ancora lunga: ma Gianni Morandi ha lasciato il reparto grandi ustionati del Bufalini di Cesena facendo, finalmente, ritorno a casa. Nei giorni scorsi aveva raccontato la sua situazione tutt’altro che facile. Gianni aveva avuto un incidente mentre bruciava sterpaglie nel giardino di casa, cadendo sulle sulle fiamme, riportando gravissime ferite: era ricoverato da più di un mese. “Dal cielo qualcuno mi ha voluto salvare” aveva dichiarato il cantante “Ho avuto bruciature al 15% del corpo, quando mi cambiano i bendaggi mi addormentano. Per fortuna c’è Anna al mio fianco”. Durante la sua degenza non aveva comunque mancato di trasmettere ugualmente la sua energia vitale ai fan, anche con un video girato nelle corsie dell’ospedale in occasione dei suoi “nuovi” primi passi. Una foto con sua moglie che lo imboccava – vista l’impossibilità di usare le mani – aveva addirittura scatenato i leoni da tastiera dei social, che lo avevano accusato di avere un trattamento di favore vista l’emergenza in corso: l’Ausl della Romagna ha così precisato che in quel reparto, che non è Covid, le visite sono contingentate – un solo parente una volta al giorno – ma possibili, per tutti i degenti.

In bocca al lupo a Gianni Morandi, che ha voluto ringraziare i sanitari del reparto ad alta specializzazione che gli sono stati accanto. La voce c’è tutta, la sinistra – quella degli accordi – risponde piuttosto bene. Dài!