COCCO e GLI ANNI DEL PIPER

Lo chiamavano “Cocco”. Uno di quegli uomini a cui non sapresti attribuire un’età poiché caratterizzato da un’ anima artistica capace di trascendere qualsiasi definizione terrena.
Innamorato degli anni ‘70 Davide Cocconcelli era il cantante ufficiale della band Evil Knievel, ma era molto, tanto, troppo più di questo.
Dopo aver fatto parte del gruppo The Smokes e aver fondo i Coco and The Lighters, il Cocco aveva saputo trasmettere il proprio talento a chiunque andasse a sentirlo.
Personaggio energico e carismatico, lo si vedeva girare per le vie durante le notti brave accompagnato dalla sua fedela compagna, la moglie Eleonora Sugar Kane , dj di una certa notorietà, Li si vedeva insieme, coppia perfetta, ideale: due corpi e un’anima.
Malgrado ciò entrambi avevano mantenuto una loro identità regalando balletti notturni e sorrisi in amicizia senza mai chiudersi. Marco Falawine Falavigna, Gianluca Magnani dei Flexus, Max Po, Julie’s Haircut, il locale Off di Modena che tante volte l’ha ospitato, il Kalinka nonché Mattatoio Culture Club, il Nowhere, ZazzaBar…sarebbe difficile elencare tutti i luoghi e i nomi che attorno a Cocco hanno gravitato.
I messaggi di affetto che Davide ha ricevuto dai tantissimi amici che lo adoravano non si contano.
Straordinario il ritratto del pittore Andrea Jaz, che ha regalato un quadro unico nel proprio genere ritraendo l’essenza di questo giovane uomo, morto prematuramente.
Ok, possiamo dirlo : 36 anni.
Una malattia ha portato via una delle anime più colorate della zona.
La fortuna di aver potuto godere della sua voce è cosa di alto valore.
La persona che scrive l’ha conosciuto solo marginalmente tramite amicizie comuni.
Qualche sorriso, qualche balletto, diversi concerti. Si, perché le esibizioni live di Davide erano un evento a cui non poter mancare, vista l’unicità di quella timbrica che se solo avesso avuto l’opportunità avrebbe sicuramente varcato i confini italiani per spingersi al di là.
Ricordato -fra gli altri – dal club dei bikers, Cocco era originario di Scandiano, ma residente a Carpi: la bassa emiliana ha da sempre prodotto realtà musicali (e umane) di notevole caratura, in particolare l’asse Reggio / Carpi (ricordiamo la nascita dei Cccp, ndr)
Sempre col sorriso sulle labbra e tanta voglia di far festa: è così che vogliamo ricordare Davide.
Sabato 3 aprile questo artista è stata ricordata attraverso un evento online dal titolo “Gli Anni del Piper” Speciale Cocco ! – che dalle 19.00 in avanti ha raccolto storie, musica a e tanto altro attraverso una diretta streaming assai coinvolgente.
Certo, è proprio vero : sono i migliori quelli che se ne vanno.
Ma è necessario anche pensare a quelli che restano.Onore a Cocco. Onore al rock’n roll.
Dafne D’Angelo